All’ingresso di women.com c’è un cartello virtuale: “vietato l’accesso per gli uomini”.
A fondare questo social è l’ex dipendente di Facebook Susan Johnson.

Uno spazio per discutere di carriera, relazioni, famiglie, prodotti e altro. Women.com funziona alla “Yahoo answers”, infatti le utenti possono interagire fra loro ponendo domande alla community.

Al momento per accedervi bisogna chiedere un invito tramite Twitter. L’obiettivo di questo progetto, ora in versione beta, è quello di creare un luogo in cui si possa parlare liberamente e nel quale potersi confrontare su diversi argomenti.

Si calcola che sui social network come Facebook ci sia una percentuale di utenti femminili del 58% e dell’84% su Pinterest, ma molto spesso quello che viene detto offline non corrisponde poi alle discussioni, o meglio, a come una persona si presenta sui social.

Lo scopo di questo nuovo progetto è di consentire alle donne di esprimersi liberamente, e interagire fra di loro in maniera positiva e costruttiva, senza alcuna traccia di uomini.

Una volta ottenuto l’accesso tramite l’invito di Twitter:

womencom

Si può creare il profilo oppure accedere direttamente con le credenziali di Facebook, e si accede direttamente alla home page, nella quale vengono mostrate tutte le “conversations” e si può iniziare rispondendo alle varie domande già aperte da altre utenti, oppure scrivendone una:

womencomquestion