Sono un maschiaccio quando voglio. Pertanto, se mi capita l’occasione di dare un occhio al mondo dei motori, anche se sono una novellina che sta ancora imparando, mi butto.

Così alla domanda “Vuoi vedere da vicino e toccare la nuova Mercedes CLA?”, mi sono illuminata!

Impossibile non apprezzare le linee e le forme di una macchina così bella.

Una mattina di dicembre, io e il mio compagno d’avventura Lapo Quagli, uomo esperto di motori, abbiamo affrontato il gelido inverno di Milano…il toscanaccio si è fatto subito riconoscere per il ritardo, ma io, da donna furba, l’ho aspettato al calduccio in un bar, dove poi mi sono fatta offrire un bel caffè e brioche.

Dopo la pausa rigenerativa, affrontiamo al freddo la splendida visione della Nuova Mercedes CLA.

E’ una macchina che si fa guardare. Le linee morbide, fatte per far scivolare l’aria, accompagnano l’occhio… parto osservando il posteriore bombato e tondeggiante, i fari sembrano farti l’occhiolino, per passare lungo le portiere, fino all’anteriore della macchina, che ti colpisce quasi come uno schiaffo per il taglio duro e sportivo.

E’ un’auto che non passa inosservata e anche i suoi interni, lisci al tatto, ma equilibratamente rigidi per sostenere la figura, ti fanno capire fin da subito che si possono affrontare lunghi viaggi senza avvertire la stanchezza di rimanere seduti per ore.

Chissà, forse posso sedermi comodamente dietro con un tablet e, mentre viaggio, con la sensazione di essere in crociera, posso lavorare, navigare, fare una chiamata via Skype e addirittura collegare il mio smartphone alla Nuova CLA, per essere on line on the road, sfruttando appieno il display TFT.

Scendo dal sedile sportivo del passeggero con la voglia matta di salirci presto un’altra volta.