Addio musica gratis (o quasi). Dopo 6 mesi di utilizzo, Spotify Free concede solo 10 ore di ascolto mensile.

Al termine delle 10 ore (2,5 ore a settimana), l’utente potrà ascoltare solamente le canzoni del suo iTunes oppure dover scegliere un abbonamento a pagamento, nella versione da 4,99€ o 9,99€ al mese. Era inevitabile che prima o poi Spotify decidesse di mettere un limite all’ascolto, però questa novità è traumatica, per chi (come me) è abituata ad ascoltare sei o sette ore di musica al giorno. Gli utenti Spotify nel mondo sono circa 28 milioni, tre quarti dei quali scelgono la versione “free”.

Una svolta che probabilmente era nell’aria già da tempo, arrivata in Italia giusto in concomitanza con il lancio di Google Play Music Unlimited.

Quali sono le differenze tra Spotify e Google Play Music Unlimited?

  • Abbonamenti

Spotify offre due abbonamenti mensili, da 4,99€ e da 9,99€ al mese. Il primo senza pubblicità, il secondo con l’opzione di ascoltare la musica offline, su dispositivi iOS ed Android.

spotify


Google Play Music Unlimited
, invece offre un unico abbonamento da 9,99€ al mese (in sconto a 7,99€ sino a metà settembre).

google

  • Altri servizi 

Spotify conta più di 20 milioni di canzoni, e permette di condividere le canzoni e le playlist sui social come Twitter, Facebook.

Google Play Music Unlimited offre “solo” 18 milioni di brani, ma permette di memorizzare in cloud sino a 20 mila canzoni, per poi ascoltarli su altri 10 computer, e permette di condividere le canzoni solo su Google +.

Conoscete altre alternative per continuare ad ascoltare la musica gratis?