Una colazione da Google Italia mi ha permesso di scoprire le ultime novità introdotte con l’ultima versione di Maps. Alcuni di voi sicuramente la utilizzeranno già, altri dovranno aspettare ancora qualche giorno per poterla utilizzare.

La transizione alla nuova versione avverrà completamente in automatico.

La tecnologia dal 2005, anno del lancio del servizio, ad oggi è state completamente rinnovata. Nonostante l’idea di base sia quella di non stravolgerla, anche l’interfaccia grafica è stata completamente ridisegnata. La nuova interfaccia punta su semplicità e personalizzazione. Passiamo in rassegna le nuove funzioni.

Interfaccia e box. La vecchia barra della ricerca ha lasciato il posto a un più elegante box, inserito direttamente all’interno delle mappe, rendendo possibile la visualizzazione di una porzione più ampia della mappa. Il box è l’elemento principale dell’interfaccia. Appena andremo a digitare una destinazione, al suo interno si popolerà automaticamente di informazioni essenziali del luogo che vogliamo esplorare. Dal solito (ma sempre utile) Street View al nuovo Tour Fotografico, un vero e proprio slideshow di fotografie condivise dagli utenti del luogo.

La personalizzazione. L’accesso al vostro account Google è requisito fondamentale per usufruire di un’esperienza il più completa e personalizzata possibile. Ritrovare la cronologia delle ultime ricerche effettuate da PC direttamente sullo smartphone è solo uno dei tanti vantaggi dell’esperienza ‘da loggati’. Un altro vantaggio è la possibilità di lasciare recensioni ai luoghi commerciali o pubblici che visitiamo. Le nuove mappe sono sempre più ‘social oriented’. Utilizzandole quotidianamente vi accorgerete di ricevere consigli su luoghi o attività visitate dalla vostra cerchia di amici o familiari. Un aiuto anche per appuntamenti a lume di candela: cercate le recensioni della vostra lei o il vostro lui e ‘stupitelo/a’ prenotando proprio nel suo ristorante preferito. Io non vi ho detto niente.

nuovo google maps

Map Maker. La frequenza con la quale la viabilità cambia rende impossibile un aggiornamento delle mappe in tempi accettabili, rendendole continuamente obsolete. Per Big G, che mira a creare la ‘mappa perfetta’, questo non è concepibile. La soluzione, lanciata in Agosto in Italia, si chiama Map Maker. I protagonisti di questo strumento siamo tutti noi utenti. Accedendo con il proprio account Google, ovviamente, è possibile aggiungere un luogo, modificare una strada e persino confermare le modifiche effettuate dagli utenti. Il servizio è già attivo in più di 200 paesi, persino in Antartide, casomai passaste di là…

 google maps funzioni

Street View. E’ uno dei servizi che contraddistinguono maggiormente le mappe di Google. La novità è la possibilità di passare direttamente (con l’utilizzo delle solite frecce) dalla strada all’interno dei locali commerciali. Siete un’esercente e morite dalla voglia di mostrare al mondo intero la vostra nuova vetrina natalizia? Google ha pensato anche a questo. Curiosi? Fate un prova. Cercate ‘Gucci’ in via Brera a Milano. Cliccate su ‘Guarda dentro’ e magari fatevi un giro anche al piano interrato.

Indoor. L’ultimissimo servizio promette di accedere persino alle planimetrie di numerosi luoghi (hotel, stazioni, aeroporti, centri commerciali). Già quasi tutti i Best Western di Milano sono stati mappati. Persino il centro commerciale Fiordaliso (altri in arrivo) ha la sua cartina accessibile da Maps. Addio tempo perso a cercare il bagno appena arrivati alla stazione Termini di Roma o a cercare il gate del vostro prossimo volo.

google maps appE il futuro? Il futuro dei servizi di navigazione sembra chiaro. Se già oggi le mappe cartacee quasi non esistono più, nel prossimo futuro non guarderemo nemmeno più la mappa sul nostro smartphone. Le indicazioni appariranno direttamente davanti ai nostri occhi. Sì, avete capito, mi riferisco ai Glass (e alle cosiddette ‘wearable technologies’). Li ho provati e posso dirvi che il loro arrivo è più vicino di quanto non immaginiate.