Il team di CityGlance è un team giovanissimo (con un’età media di 25 anni).

I fondatori, Carlo Banfi, Dino Ricceri e Enrico Vecchio, sono tre informatici che hanno voluto scommettere sul proprio futuro e hanno preso l’iniziativa per cercare di cambiare la situazione in cui si trovano oggi i giovani. Portando avanti la loro idea, hanno ottenuto il supporto di persone altamente qualificate (Elena Antognazza e Daniele Gabbai sono business mentor ed advisor del team) ed il sostegno di una società quale Digital Bros, partner industriale che ha investito in CityGlance e crede fortemente nel suo progetto.

Recentemente, il team originario si è ampliato, dando il benvenuto ad un nuovo sviluppatore per Android (Biagio Manzari) e ad una community manager (Martina Osculati).

 

1) Com’è nata l’idea di realizzare CityGlance?

L’idea di realizzare CityGlance è nata un po’ per gioco. Carlo, Dino ed Enrico si sono resi conto, prendendo la metropolitana tutti i giorni per andare al lavoro o in Università che, intorno a loro, c’erano sguardi che si incrociavano continuamente. Chi non ha mai fantasticato, almeno una volta, sul proprio vicino di metro? Le persone si scambiano quotidianamente sguardi sui mezzi pubblici. Sono sguardi curiosi, ammirati, divertiti, spesso sono sguardi ammiccanti, ma che la maggior parte delle volte rimangono senza seguito perché la propria fermata arriva troppo presto. Così nasce l’idea di CityGlance, per recuperare tutti gli sguardi perduti sui mezzi pubblici.

 

2) Come pensate di sviluppare questo progetto in futuro?

CityGlance permette di rintracciare e conoscere le persone incontrate sui mezzi pubblici. L’utente si iscrive attraverso il login di Facebook (presto vi sarà il login interno di CityGlance) ed effettua il check in sulla tratta che sta percorrendo. In tal modo entra direttamente nella dashboard (il nostro wall) della tratta, dove gli utenti possono postare foto, riflessioni, problematiche riscontrate sulla linea; dopo il check in, si può verificare quali amici sono sulla stessa tratta per poter condividere il viaggio con loro, oppure si può ritrovare una persona con la ricerca per tratti somatici. Quest’ultima permette, inserendo determinati campi (quali colore degli occhi, capelli, altezza, età approssimativa, tratta di percorrenza, etc) di ricercare la persona vista e richiedere la sua amicizia. La persona, quindi, potrà decidere se accettare o meno la richiesta. Tutte le ricerche rimangono in memoria nel nostro server (sono cioè retroattive) in modo tale che, ogni volta che un nuovo utente si iscrive a CityGlance, gli vengono inviate le richieste di amicizia per un profilo simile al suo, inserite precedentemente da altri glancers (i nostri utenti).

CityGlance sta ampliando la propria idea originale velocemente. Sta già sviluppando, infatti, una collaborazione con i Comuni e le Province per permettere il miglioramento dei servizi pubblici. Sarà presto possibile l’invio di notifiche push agli utenti per informarli in tempo reale dei disservizi o dei malfunzionamenti sulle tratte percorse e per comunicare loro iniziative e promozioni riguardanti i trasporti.

Stiamo implementando, inoltre, una piattaforma di giochi che permetterà sfide geolocalizzate (gli utenti giocheranno con le persone intorno a loro, invece che con persone dall’altra parte del mondo, come avviene attualmente per tutti i giochi mobile).

Attualmente CityGlance è presente a Milano, ma presto sarà implementato per altre città italiane quali Roma, Napoli, Bologna, Torino, Genova e Pavia.

Da Gennaio, poi, CityGlance diventerà internazionale: saranno infatti mappate le principali capitali europee, partendo da Londra, per poi approdare negli Stati Uniti.

In futuro, poi, sarà attivata la possibilità di effettuare il check in presso eventi o “luoghi singoli“.

 

3) Vi troveremo a the_exhibition, ci anticipate qualcosa su questo evento?

CityGlance sarà presente con il proprio team all’evento the_exhibition. I glancers (gli utenti) potranno effettuare il check in all’evento e, attraverso l’app, conoscere e connettersi con le persone presenti a the_exhibition.

Dopo il check in, i glancers potranno condividere pensieri ed emozioni sulla dashboard: questi verranno proiettati su un iPhone gigante, posto al centro della sala che ospiterà l’evento. Sulla dashboard appariranno, inoltre, anche gli eventi in programma per la giornata e le informazioni riguardanti i numerosi espositori presenti.

 

cityglance app