Una collana di ebook dedicata ai Freelance e lavoratori autonomi, si chiama “I Prof” una raccolta di guide professionali edito da Zandegù.

Un ebook interessante, un viaggio attraverso il business plan strumento utilissimo che spesso viene associato alle start up e non ai singoli lavoratori, scritto con ironia da Francesca Marano, web designer e fondatrice del sito C+B, portale di riferimento delle imprenditrici creative italiane. Una guida da seguire step by step, con esercizi e file di excel da compilare in maniera creativa. Francesca racconta la sua esperienza personale e la offre come “insegnamento” ai molti lettori che vogliono lanciarsi nel mondo dei freelance.

Capitolo dopo capitolo, l’autrice affronta con ironia le numerose tematiche di cui un lavoratore autonomo deve tener conto: tra le altre, profilare il proprio cliente ideale, scegliere quali prodotti offrire e che strategia di marketing adottare.

L’ebook è in vendita da qualche giorno sul sito www.zandegu.it e sulle principali librerie digitali quali Amazon, iTunes Store, laFeltrinelli.it, Ultima Books e Bookrepublic.

Ecco cosa ho imparato leggendo questo ebook e che applicherò come freelance:

  •  Bisogna assolutamente leggere The Right Business Plan di Jennifer Lee
  • Ognuno di noi deve fare una lista per capire esattamente cosa vuole fare, cosa vuole vendere ed a chi:

– RUOLO LAVORATIVO
– MISSION
– DELINEARE IL PROFILO DEL CLIENTE
– SCEGLIERE UN POSIZIONAMENTO NEL MERCATO
– SCEGLIERE I PREZZI PER OGNI LAVORO/SERVIZIO CHE SI VUOLE OFFRIRE

  • Da compilare la “Nuvola dei valori” utile per analizzare quelli che definiamo valori nella nostra mansione.
  • Altro libro consigliato è “Il prezzo della creatività” di Barbara Pederzini
  • Imparare a fare questo calcolo:

formula_costo

  • Cos’è un business plan:

Uno strumento funzionale, in continua evoluzione quanto il nostro lavoro, che rappresenta i servizi offerti, la proposta commerciale ed il “valore” di ciò che offriamo. Racchiude elementi come: la mission, il nostro cliente ideale, il piano marketing (cosa facciamo, quanto costiamo, come siamo posizionati sul mercato), quali sono i clienti “storici” e quelli che dobbiamo cercare sul mercato, quello che dobbiamo guadagnare e ciò che stimiamo di fatturare. Uno strumento che ci serve per analizzare i progetti conclusi e quelli futuri. Riassumendo rappresenta a pieno un freelance: CHI SIAMO, COSA FACCIAMO, QUALI CLIENTI VOGLIAMO E CERCHIAMO E QUANTO COSTANO I NOSTRI SERVIZI.