L’idea arriva dall’America. Hrachik Adjamian, un giovane di Spitak, ha trovato una soluzione alla classica sveglia!

L’app permette di svegliare ed essere svegliati (non ancora attiva questa funzione in Italia) da un perfetto sconosciuto. L’idea di base è la seguente: da qualche parte nel mondo ci sarà sempre qualcuno disposto a telefonare a qualcun altro per svegliarlo e dargli il buon giorno.

In pratica ci si logga nell’app tramite l’account Facebook, il nostro numero di cellulare resta completamente oscurato, finita l’iscrizione ogni utente può impostare una sveglia e diventare quindi uno “sleepy” o può iniziare a chiamare gli altri per svegliarli. A questo punto, e dopo aver confermato la nostra disponibilità a partecipare, riceviamo una notifica di un utente da svegliare, mostrando il suo nome e il profilo.

wakie2

Wakie fa partire la telefonata, che dura al massimo 50 secondi, in cui si può chiacchierare con lo sconosciuto o semplicemente avvisarlo che deve svegliarsi! All’interno dell’app esiste anche un form nel quale poter “cercare” l’utente che abbiamo svegliato.

Al momento l’app conta un milione e mezzo di iscritti in giro per il mondo! In futuro, saranno disponibili servizi personalizzati per essere svegliati con la rassegna delle ultime notizie, degli indici di borsa, con informazioni sul meteo o con altri tipi di messaggi, registrati anche da personaggi famosi.

Lo scopo di Wakie?
Il fatto di chiamare qualcuno o di essere chiamati richiede uno sforzo attivo superiore rispetto al solito “spegni la sveglia”, gli utenti che usano quest’app sono soddisfatti perché dicono di svegliarsi meglio e più facilmente.

wakie